Seleziona una pagina

Benvenuto nella pagina del Coaching

Se hai aperto questa pagina è perché, probabilmente, parole come curiosità, interesse, necessità, attrazione, hanno spinto il tuo dito indice a fare “click” sul tuo mouse. Voglia di apprendere “qualcosa di più”? Oppure, diradare un po’ di nebbia attorno a questa parola?

Comincio subito col dirti che cosa NON è il Coaching.

Il Coaching non è Psicologia, Counseling, Mentoring, Psicoterapia, PNL, non ha a che vedere con altre relazioni/scienze/discipline che supportano la persona.

 

Allora… cos’è il Coaching?

L’ A.Co.I. www.associazionecoachingitalia.it (Associazione Coaching Italia), definisce il coaching “una metodologia che si basa su una relazione di partnership paritaria (tra il Coach e il suo Cliente) che, attraverso un rapporto commerciale (di espressa natura contrattuale), mira a riconoscere, sviluppare e valorizzare le strategie, le procedure e le azioni, utili al raggiungimento di obiettivi operativi collocati nel futuro del cliente”.

Sir John Whitmore, uno dei padri fondatori del Coaching affermava che:

“Il Coaching è un viaggio e non ha niente a che vedere con il ricevere istruzioni o insegnamenti”.

Tre sono le aree in cui il Coaching trova la sua applicazione:

Nell’ambito del lavoro e delle organizzazioni: Business Coaching

In ambito sportivo: Sport Coaching

Nella vita privata/personale: Life Coaching

Il Coaching per il lavoro

Se sei a capo di un team o di un’impresa, hai la necessità di confrontarti quotidianamente con i tuoi collaboratori, gli atleti della tua squadra. Andate forte, ma… servirebbe “qualcosa in più” per fare la differenza, per lavorare in un clima aziendale più sereno e al contempo efficace.

Allora, come faccio a “tirar fuori” il meglio dai miei collaboratori? Come posso alzare la famigerata asticella? Per quanto riguarda la sicurezza, come posso comunicare in maniera efficace i rischi derivanti dall’attività lavorativa?

Il Coaching per lo sport

Se il Coaching è un viaggio, partiamo insieme? Verso dove? Lo decidi tu. Se sei uno sportivo è probabile che tu voglia migliorare la tua performance in piscina o sulla pista di atletica, che tu voglia abbassare di qualche centesimo o di qualche secondo il tuo record personale. Ecco, io ti alleno, ti accompagno nel tuo viaggio, ma non nuoto con te e neppure scendo in pista.

Ti sei mai chiesto perché anche i più grandi campioni, detentori di record nelle loro discipline hanno un coach? Se hanno acquisito nel tempo le competenze, se “sanno come si fa”, perché hanno bisogno di un coach? Perché sanno che se allenare i muscoli è importante, fondamentale è allenare il muscolo più importante che abbiamo: il cervello.

Il Coaching per la vita privata

Assunzioni di nuove responsabilità, cambiamenti, separazioni, riorganizzare la propria vita. Questi sostantivi, queste situazioni che talvolta dobbiamo affrontare, spesso sono lette in chiave negativa, generano ansia. Chissà dove mi portano le nuove situazioni che devo affrontare…. Proviamo a leggerle in chiave positiva? Tutto ciò che ha una fine oppure un inizio, apre la porta a una parola magica: opportunità!

Il termine opportunità deriva dalle parole latine ob “verso” e da portum, “porto”. La parola, dunque, significa “il vento che spinge le navi verso il porto”. Bello, vero? Allora, ti va di raggiungere il tuo porto? La meta verso la realizzazione dei tuoi desideri?

 

Mario Bosia  – Coach Professionista iscritto A.Co.I. n° 914